>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Molestie nel cinema, Fausto Brizzi torna sul set

Il produttore Luca Barbareschi ha annunciato che il regista, travolto dallo “scandalo molestie” dopo le testimonianze di 15 ragazze raccolte da Le Iene, sarà sul set di “Modalità aereo” a metà agosto

Il regista Fausto Brizzi torna sul set. Lo ha detto il produttore Luca Barbareschi: “Sarà sul set a metà agosto con il nuovo film ‘Modalità aereo’”, all’interno di un accordo triennale di 4 film. Una scelta presa “condannando chi maltratta le donne ma anche gli assalti mediatici fino a condanna giudiziale”. Il riferimento è all’inchiesta sul “caso Brizzi”, sollevato proprio da Le Iene e che vi riproponiamo qui sotto. Il suo nome era stato cancellato dalla produzione del suo ultimo film di Natale “Poveri ma ricchissimi”.

Dino Giarrusso aveva raccolto ben quindici testimonianze di ragazze che non si conoscevano tra loro e che raccontavano delle molestie subite durante alcuni provini con Fausto Brizzi. Già nel primo servizio di sulla vicenda, erano emersi racconti simili da parte delle aspiranti attrici. Il regista, di cui in un primo tempo non era stato fatto il nome, le avrebbe molestate con la scusa di provini per scene passionali nel suo studio.

In seguito alla denuncia da parte di tre ragazze, lo scorso aprile Fausto Brizzi è stato indagato per violenza sessuale (è tuttora sotto indagine). Il caso è scoppiato sulla scia dello scandalo americano che ha travolto il produttore Harvey Weinstein, abusatore seriale, arrestato il 25 maggio e rilasciato  dopo una cauzione di un milione di dollari, e del movimento #MeToo, di denuncia delle molestie e di appoggio alle vittime partito dalle attrici di Hollywood.

Propri Barbareschi ha definito il MeToo un movimento “di mentecatti”. E Roberta Rei l’11 aprile 2018 è andata a chiedergliene conto ma lui ha ribadito il suo pensiero: “È un movimento per cretini”.

Nel servizio andato in onda a Le Iene lo scorso 12 novembre, molti particolari raccontati dalle ragazze coincidevano: dall’incontro nel suo studio adibito anche a casa fino alla scusa di un massaggio per rilassarsi passando per gli esercizi di recitazione con scene sempre più reali di sesso.

Sfoglia qui sotto la gallery con le foto dei nostri servizi

Molestie nel cinema, il "caso Brizzi": le foto

1 di 30

 

Abbiamo cercato più volte di contattare Brizzi, ma non si è mai fatto trovare e, tramite il suo avvocato, ha “smentito qualsiasi forma di abuso”. Il 19 novembre abbiamo annunciato che ci saremmo fermati con l’inchiesta perché a quel punto era “giusto che di questa brutta vicenda ci si occupi nelle aule dei Tribunali”. Come sta succedendo.

Guarda qui sotto tutti i servizi di Dino Giarrusso sulle accuse di molestie al regista Fausto Brizzi

Molestie alle attrici: i nostri servizi

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.