>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Paghi la raccomandazione per un posto e non lo ottieni? Niente rimborso

La Cassazione: violata l'etica e la legge. Come nel caso raccontato da Giulio Golia su Odontoiatria a Milano

Cattive notizie per chi paga per una raccomandazione: non solo è un reato per chi chiede i soldi e per chi li dà ma non si ha diritto nemmeno ad alcun rimborso dal "ricenvente", se gli euro investiti non portano i benefici sperati. Un po' come era successo alla mamma, raccontata dal servizio di Giulio Golia del 18 marzo, che aveva pagato 35 mila euro per far entrare la figlia a Odontoiatria (facoltà a numero chiuso), senza ottenere risultati.

Il principio del divieto di rimborsi per i soldi spesi per le raccomandazioni lo ha stabilito la Cassazione, giudicando il caso di Francesco B. che aveva dato 20 mila all'amico Francesco L. M. per fa aver alla figlia un posto al Banco di Napoli. Papà Francesco B. non potrà riavere i soldi indietro da Francesco L. M. perché il suo pagamento violava i principi etici e la legge.

Stessa sorte toccherà alla mamma del servizio di Giulia Golia, che non ha mai visto la figlia entrare a Odontoiatria. Anche se resta il sospetto che qualcuno in passato sia entrato pagando. Guarda qui sotto il nostro servizio del 18 marzo.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.