>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Aggressione a Filippo Roma: il pugno e la consigliera M5S | VIDEO

Abbiamo scoperto che tra gli aggressori del nostro Filippo Roma, che era andato alla festa per i 10 anni del Movimento Cinque Stelle, c'è anche la consigliera comunale di Roma Cristiana Paciocco. La donna ha attirato la Iena verso di sè, mentre un uomo alle sue spalle, con cui poi si è allontanata, ha cercato di colpirlo

“Con il Movimento ho capito che anche una sola persona può fare la differenza, e che se ci si appella sempre a quei semplici e pochi principi e valori di convivenza pacifica e democratica, in maniera naturale le persone e le idee convergeranno, e il cambiamento sarà possibile”.

Letto così, il principio che ispira l’azione politica della consigliera comunale romana M5S Cristiana Paciocco è assolutamente condivisibile. Il problema è però quando si passa dalle parole ai fatti e si prova a esprimere il dissenso usando le mani.

È quanto successo due giorni fa a Napoli, nel corso dei festeggiamenti per i 10 anni del Movimento Cinque Stelle (e che potete rivedere nel video sopra). A finire nel mirino dei facinorosi il nostro Filippo Roma, aggredito da alcuni militanti mentre prova a rivolgere alcune domande alla sindaca Virginia Raggi sulla truffa dei “furbetti dei rifiuti” di cui vi abbiamo parlato in questo servizio. Ad aggredirlo, in combutta con un uomo che è proprio dietro di lei e con il quale poi va via insieme, è la stessa consigliera Paciocco. Proprio quella che dalle pagine del sito di Rousseau pontificava sulla politica basata sulla “convivenza pacifica e democratica”.

Le immagini parlano chiaro e potete vederlo voi stessi andando direttamente al minuto 2.50: Filippo Roma e il cameraman Mattia Migliori, che pochi istanti prima erano già stati allontanati con violenza al grido di “merda, buffone, leccaculo, torna dal tuo padrone”, si avvicinano alla grata dietro la quale si assiepano i facinorosi.

La consigliera Paciocco, da dietro quelle recinzioni, chiama con una scusa il nostro Filippo Roma e quando lui si avvicina con il volto e il microfono, dalle spalle della consigliera comunale parte un pugno. L’uomo che sferra quel pugno, per fortuna andato a vuoto, è lì insieme alla consigliera, tanto che subito dopo (accortisi della telecamera che si avvicina e li inquadra) i due si allontanano insieme. Un agguato probabilmente premeditato, che davvero poco si sposa con quelle belle parole scritte sulla sua pagina all’interno del sito della piattaforma Rousseau (e che potete leggere nello screenshot qui sotto).

 

La consigliera Paciocco, intervistata dal quotidiano Il Messaggero, respinge nettamente le accuse. Ma c’è davvero poco da dire, perché a parlare sono le immagini.

“Sono la persona più pacifica che esista", ha dichiarato. "A un certo punto ho visto Roma e l’ho chiamato: giuro, volevo solo confrontarmi con lui”. E poi dice di non ricordare chi fosse l’uomo dietro di lei. Una posizione difficile da sostenere, perché i due, subito dopo quel pugno, si allontanano insieme.

L’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti, comunque, non si ferma: martedì alle 21.15 su Italia1 non perdetevi il nuovo servizio sui “furbetti” della raccolta dei rifiuti nella Capitale. Con una domanda importante: quali sono le possibili responsabilità della sindaca Virginia Raggi?

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.