>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Botte e orrore nella casa famiglia: “Anziani costretti al sesso orale” | VIDEO

Il titolare della Comunità "Il Fornello" assieme alla moglie e a una dipendente avrebbe costretto gli anziani degenti a subire botte, insulti, violenze fisiche e addirittura sessuali. È quello che raccontano a Giulio Golia le due ex dipendenti che hanno denunciato tutto

Botte e l’ombra di abusi sessuali su alcuni anziani ospiti della Comunità Alloggio “Il Fornello”. Giulio Golia ha parlato con un’ex dipendente che ha avuto il coraggio di denunciare tutto. Le inaudite violenze fisiche ma anche psicologiche, erano del tutto sconosciute ai familiari degli anziani degenti come potete vedere nel servizio qui sopra.

Il titolare Luciano Ravaglia assieme alla moglie e a un’operatrice sono stati arrestati. Per loro l’accusa è di maltrattamenti, ma per lui potrebbe profilarsi anche quella di violenza sessuale.

“Lo sai che Luciano ha fatto sesso orale con me?”, da questo racconto di un’anziana è partita la denuncia delle due ex dipendenti. “Arrivava la mattina coi pantaloni in basso e dovevo fare sesso orale”.

Nell’ordinanza del tribunale di Bologna si legge che “Ravaglia abusava delle condizioni di inferiorità fisica e psichica di un’anziana ospitata nella struttura, costringendola a subire rapporti sessuali completi. Dopo averla riaccompagnato nella propria camera la spogliava togliendole i pantaloni e le mutande fino a farsi masturbare, la costringeva a subire una penetrazione”.

L’operatrice avrebbe invece picchiato gli ospiti fino alle lacrime. Arrivava a “buttare nel letto i malati dando loro una manata sulla testa, piegando con violenza le gambe fino al pianto”, si legge negli stessi atti. “Inoltre li cingeva dal collo con le mani e le scuoteva ripetutamente la testa”.

Gli ospiti della casa di cura pagavano 65 euro al giorno per un totale di oltre duemila euro al mese per subire tutto questo. Anche il cibo fornito agli anziani sarebbe stato un orrore tra alimenti scaduti e insetti. 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.