>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Fontana: gli Asperger “malati”. Noi ne conosciamo due con una marcia in più!

Il ministro per la Disabilità fa una gaffe e definisce i ragazzi con la sindrome di Asperger “malati”. Ecco le storie di Simone, David e Greta: chi ha la sindrome di Asperger non la vive solo come un limite e chiede proprio di non essere ghettizzato

“Grazie ai ricercatori e a chi aiuta le famiglie dei malati”. Una nota, quella del ministro per la Famiglia e la Disabilità, Lorenzo Fontana, che nelle intenzioni voleva essere positiva, ma che nei fatti ha fatto una bella gaffe. I “malati” a cui la nota si riferisce sono infatti i ragazzi affetti da sindrome di Asperger, che non è né una malattia né una patologia. Si tratta di una neurodiversità che fa parte dello spettro autistico, comunemente detta “ad alto funzionamento”.

Dopo la nota sul sito del ministero, sui social si sono scatenate le polemiche. A sentirsi offesi, soprattutto quando a definire in maniera inesatta la loro sindrome è proprio il ministro per la Disabilità, sono stati i ragazzi Asperger. “Definirli malati non è corretto,  da un punto di vista rigorosamente scientifico, ma risulta ancora più offensivo e grossolano se è espressione di un ‘ministero per la disabilità’, da cui gli Asperger si aspetterebbero la necessaria attenzione dovuta  a persone che vivono una condizione comunque difficoltosa e in molti casi svantaggiata”, si legge sul sito Per noi Autistici.

Noi abbiamo conosciuto due di questi ragazzi Asperger, David e Simone, che hanno parlato senza filtri della loro sindrome.

“Il mio è un modo di pensare diverso da tutti gli altri”, ci ha detto David, 25 anni, nell’intervista che vedete qui sotto. Si è sempre sentito diverso? “No, mi ci hanno fatto sentire”.

Una sensazione simile a quella di un altro ragazzo Asperger, Simone, che ci ha scritto circa un anno fa una bellissima lettera (clicca qui per leggerla), in cui si racconta. “Chi ha l’Asperger, come ce l’avevano Einstein e Mozart, ha un’intelligenza in un campo molto sviluppata e ha interessi ristretti: nel mio caso Batman, la musica commerciale e il disegno. Però ci sono molti lati negativi che io però vedo positivi, come essere molto puntuali e precisi e pensare diversamente dagli altri”.

Il Ministro Fontana si è scusato su Twitter: "Chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso per la parola ‘patologia’, parola incorretta che provvedo a correggere”.

Che la sindrome di Asperger possa non essere solo un limite lo sta sicuramente dimostrando Greta Thunberg, svedese di 15 anni che sta portando avanti una protesta, ormai diventata un simbolo in tutto il mondo, contro il cambiamento climatico e la troppa indifferenza della politica al tema. Tanto che è appena stata a Bruxelles, dove ha guardato dritto negli occhi il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, portando avanti la sua battaglia e rimbrottando i “potenti” di oggi che rischiano di essere ricordati come “i più grandi malfattori di tutti i tempi” per i danni che con le loro politiche ambientali stanno causando al nostro pianeta.

Ecco qui sotto l'intervista a David Cantoni. 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.