>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pedofilia associata all'Arcigay: condannato Gandolfini del Family Day | VIDEO

L’organizzatore del Family Day, Massimo Gandolfini, è stato condannato dal Tribunale di Verona per una sua frase contro l’Arcigay e le associazioni lgbt

Su Facebook c’è anche l’opzione pedofilia”. Per questa frase, Massimo Gandolfini, organizzatore del Family Day, è stato condannato dal Tribunale di Verona. Proprio nel 2016 alla manifestazione per le famiglie lo abbiamo conosciuto con Enrico Lucci, nel servizio che potete vedere qui sopra.

I fatti contestati a Gandolfini risalgono al 2015, quando durante un intervento pubblico ha sostenuto che tra le 58 identità di genere approvate da Arcigay e tra cui era possibile optare su Facebook per connotare il proprio profilo, vi fosse anche la pedofilia.

Gandolfini è stato condannato a quattro mesi di reclusione, convertiti in una sanzione di 30mila euro, e a una provvisionale di 7mila euro per l'associazione e 3mila per l'allora presidente, Flavio Romani, più il pagamento delle spese processuali e al risarcimento del danno.

"Ancora una volta un esponente del mondo ultraconservatore viene condannato per la sua condotta nei confronti delle persone e delle associazioni lgbt", commenta Gabriele Piazzoni, segretario generale Arcigay. “Giustizia è fatta e continueremo a difendere in ogni sede la dignità e l'onorabilità delle persone lgbt".

dopo il nostro servizio
Hatem Moustafa, il padre della ragazza italiana di origini egiziane morta dopo essere stata brutalmente picchiata in Inghilterra da un gruppo di giovanissime bulle come vi abbiamo raccontato con Pablo Trincia, commenta la condanna per due di loro a 8 e 12 mesi: “Una parente mi ha riso in faccia, sono in guerra da solo contro l’Inghilterra, per salvare la mia famiglia: perché l’Italia non mi aiuta?”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.