>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Riace, il sindaco leghista cancella anche il ricordo di Peppino Impastato

Dopo i cartelli sul “paese dell’accoglienza” dei migranti, il nuovo sindaco ne cancella un altro, dedicato al ragazzo eroe ucciso dalla mafia e voluto dal predecessore. Con Nina Palmieri vi abbiamo raccontato il “modello Riace” di Mimmo Lucano

Prima aveva fatto togliere i cartelli che presentavano Riace come “paese dell’accoglienza”. Ora Antonio Trifoli, nuovo sindaco leghista del paese calabrese, cancella anche il ricordo di Peppino Impastato, il ragazzo eroe antimafia ucciso da Cosa Nostra il 9 maggio 1978 e raccontato nel film “I cento passi”.

Qui sopra vedete questo cartello, che legava questo “modello Riace” agli ideali del ragazzo dei “cento passi”. Lo aveva voluto il precedente sindaco, Mimmo Lucano, finito poi indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e anima del modello di accoglienza dei migranti ammirato in tutto il mondo che vi abbiamo raccontato con Nina Palmieri.

Il nuovo sindaco, mentre si attende la decisione del Tribunale di Locri circa la sua ineleggibilità (sostenuta dal ministero dell’Interno), ha fatto rimuovere anche questo ricordo. 

Guarda qui sotto il reportage di Nina Palmieri dal "paese dell'accoglienza".

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.