>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Simone Carcano |

Studenti senza scuola a Roma, i genitori contro la Sindaca Raggi | VIDEO

I genitori della scuola media Guido Milanesi di Roma tramite Le Iene lanciano il loro appello alla sindaca Virginia Raggi dopo che l’istituto è stato chiuso perché non a norma. Tutta colpa del decreto Milleproroghe e di alcune autorizzazioni che deve rilasciare lo stesso Comune

Scuola chiusa a Roma per assenza di permessi. Così 230 studenti della Guido Milanesi da ieri sono a casa. Tutta colpa del decreto Milleproroghe e di alcune autorizzazioni che mancano all’appello. Tramite Le Iene, mamme e papà lanciano un appello alla sindaca Virginia Raggi, nel video che potete vedere qui sopra.

Tutto ha inizio lo scorso 13 dicembre. In un’aula dell’istituto di via Tropea scoppia un principio di incendio. Le fiamme vengono spente prima che possano intaccare la struttura, ma sono necessari degli interventi. Per consentire la messa in sicurezza dell’edificio la preside sospende le lezioni fino al 7 gennaio approfittando delle vacanze natalizie.

A gennaio le attività riprendono normalmente. Ma a un mese esatto, c’è un colpo di scena. “Dall’8 febbraio fino a data da destinarsi la scuola ha sospeso di nuovo le lezioni”, spiega il gruppo di genitori che ha scritto a Le Iene. “Il motivo? La mancanza di alcune autorizzazioni che il Municipio VII dopo i lavori di dicembre non ha ancora emesso. Siamo al solito scaricabarile”. Già, perché all’appello mancano la Scia e il certificato di prevenzione anti incendio. Senza questi permessi, i Vigili del Fuoco non possono rendere agibile la struttura. Ma chi li deve rilasciare? Il Comune stesso.

“I nostri figli verranno dislocati presso altre scuole lontane dal nostro quartiere e non facilmente raggiungibili”, spiegano i genitori. “Ai nostri ragazzi è stato negato il diritto allo studio”. Da qui l’appello rivolto direttamente alla sindaca di Roma. “Chiediamo a Virginia Raggi di assumersi le sue responsabilità attivandosi affinché i nostri ragazzi possano rientrare immediatamente nella loro scuola che è anche luogo di aggregazione perché sede di attività extrascolastiche”.

Ieri, Monica Lozzi (M5S), presidente del Municipio VII, è intervenuta sulla questione con una diretta Facebook. “Nel decreto Milleproroghe, il governo non ha inserito la clausola sulle norme antincendio. Così la scuola Milanesi non è più risultata a norma. Lo scorso 30 gennaio abbiamo affidato i lavori che partiranno dalla prossima settimana”.

La protesta di questi genitori proseguirà anche lunedì direttamente in Campidoglio, dove hanno organizzato un presidio con studenti e insegnanti.

Torniamo sul caso furbetti della raccolta dei rifiuti di Roma sollevato dall’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti. Lo facciamo perché la sindaca Virginia Raggi continua a dare versioni diverse, sia sull’utilità della nostra segnalazione sia sulla commissione di controllo di Ama che avrebbe dovuto vigilare sugli operatori della raccolta. E crediamo che adesso la capitale meriti risposte definitive

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.