>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus e sesso, la pandemia non ferma le gang bang | VIDEO

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

In questa pandemia dobbiamo tutti fare molta attenzione, anche quando si parla di sesso. Eppure c'è chi sembra non farsi troppi problemi a organizzare delle gang bang tra sconosciuti senza alcuna precauzione. E uno di questi lavora pure in ospedale! Andrea Agresti si è preso un cazzotto per cercare di spiegare all'organizzatore quanto è pericoloso

Organizzare gang bang tra sconosciuti e senza precauzioni al tempo del coronavirus. Sembra una barzelletta, e invece è proprio questo che ha scoperto il nostro Andrea Agresti: un uomo attraverso un sito online raccoglie le adesioni dei partecipanti e poi li invita in cambio di denaro a queste ammucchiate dove non sembrano esserci distanze di sicurezza e dispositivi di protezione individuali.

Insomma, proprio tutto quello di cui non ci sarebbe bisogno di una pandemia! Siamo andati a uno di questi eventi: per prima cosa bisogna pagare, 100 euro in contanti all’organizzatore. Tra chi partecipa alla gang bang, non sembra esserci troppa preoccupazione per il coronavirus: nessuno indossa la mascherina. 

“Io penso che sia un’influenza un po’ più forte”, dice uno dei partecipanti. E anche per quanto riguarda i test, non sembra che ci sia grande attenzione. “L’ultimo l’ho fatto 15 giorni fa”, dice un altro. E c’è persino un uomo che lavora in ospedale! 

Il nostro Andrea Agresti è andato dall’organizzatore della gang bang per cercare di fargli capire quanto è pericoloso quello che fa. Come risposta però si è beccato un pugno! Ecco tutto quello che è successo nel video qui sopra.

Ultime News

Vedi tutte
Loading