>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Omicidio Serena Mollicone, i Mottola: “Siamo innocenti, sciocchezze da Tuzi” | VIDEO

A pochi giorni dall’udienza preliminare del processo per l’omicidio di Serena Mollicone, la famiglia Mottola ha organizzato una conferenza stampa per dirsi estranea alla morte della ragazza appena 18enne avvenuta nel 2001. Non sono mancati attacchi a noi de Le Iene per l’inchiesta di Veronica Ruggeri sul giallo di Arce, ancora irrisolto dopo tutti questi anni

"Siamo totalmente innocenti". La famiglia Mottola rompe il silenzio a pochi giorni dall’udienza preliminare per l’omicidio di Serena Mollicone. Noi de Le Iene abbiamo provato a risolvere il giallo di Arce sentendo tutti i protagonisti di questa storia iniziata quasi 20 anni fa e in cui non c’è ancora il nome di un colpevole, come ci ha raccontato Veronica Ruggeri nella sua inchiesta. Qui sopra vi riproponiamo il primo servizio.

C’eravamo anche noi alla conferenza stampa convocata stamattina dalla famiglia Mottola. Mercoledì prossimo Franco Mottola, ai tempi del delitto comandante della caserma dei carabinieri di Arce, assieme alla moglie e al figlio, dovranno presentarsi davanti al giudice per l’udienza preliminare nel processo a loro carico. È il 1 giugno del 2001, quando Serena scompare. In base alla ricostruzione di quel giorno, la ragazza appena 18enne ha appuntamento in caserma con Marco Mottola, il figlio dell’allora comandante e ritenuto da molti come lo spacciatore del posto. 

"Nella mia vita mia ho commesso tanti errori e ho dato problemi ai miei genitori ma a loro ho chiesto scusa. Abbiamo fiducia nella giustizia, per il resto parleremo con i giudici", ha detto stamattina Marco Mottola. Contro di lui ci sarebbe la testimonianza di Santino Tuzi, l’uomo che si sarebbe tolto la vita poche ore dopo essere stato sentito dagli inquirenti (clicca qui per il secondo servizio della nostra inchiesta). Il brigadiere ha testimoniato di aver visto entrare Serena nella caserma di Arce la mattina della sua scomparsa in seguito a un colloquio con i Mottola. "Ha detto una sciocchezza sul fatto che dovesse avere un confronto con me", ha ribadito stamani l’ex maresciallo Mottola. "Nessuno di noi aveva la notizia di questo colloquio, queste notizie sono false e infondate”.

Nel corso della conferenza stampa non sono mancati attacchi a noi de Le Iene e al lavoro di inchiesta della nostra Veronica Ruggeri. Siamo stati accusati di aver “tagliato, spostato, incollato, manipolato, facendo travisare la realtà”. Risponderemo a queste accuse con nuovi elementi appena torneremo in onda a febbraio con la nuova stagione de Le Iene.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.