>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Omicidio di Willy: “Così Pincarelli picchiò un vigile per la mascherina”

Non ci sono solo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi. Ecco il racconto, in esclusiva a Iene.it, di come Mario Pincarelli, un altro dei 4 arrestati per aver pestato a morte il 21enne Willy Monteiro Duarte a Colleferro, avrebbe aggredito il 21 agosto scorso ad Artena l’ispettore Sandro Latini perché gli aveva chiesto di mettere la mascherina 

Ha spinto a terra un ispettore e l’ha preso a pugni perché gli aveva detto di mettere la mascherina”. Non solo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi erano noti come picchiatori. Anche Mario Pincarelli, un altro dei quattro ragazzi arrestati con l’accusa di aver pestato a morte il 21enne Willy Monteiro Duarte a Colleferro, era ben conosciuto: il 21 agosto scorso avrebbe aggredito così un vigile urbano ad Artena (Roma).

A raccontarlo in esclusiva a Iene.it è Marta Sodano, comandante della polizia locale di Artena: “Dopo che il governo ha deciso l’obbligo di mascherine in caso di assembramenti dopo le 18, anche il 21 agosto facevamo rispettare la misura. Ho mandato una pattuglia: c’erano l’ispettore Sandro Latini e un agente. Mario Pincarelli e un'altra persona, invitati a indossare la mascherina, si sono rifiutati”.

La situazione è subito degenerata: “Hanno iniziato a inveire contro i vigili. Pincarelli, sempre senza mascherina, si è messo faccia a faccia davanti all’ispettore fin quasi a toccarlo, come gesto di sfida. Poi ha iniziato a spintonarlo e, all’ennesimo spintone di un ragazzo di 22 anni a un uomo di oltre 50, Latini è andato a terra. Pincarelli, che era noto come persona ‘non facile da gestire’, gli ha dato poi due pugni e non lo faceva alzare. Sono intervenuti poi i carabinieri, che si stanno occupando del caso”.

Dell’omicidio di Colleferro vi abbiamo parlato anche raccontandovi i combattimenti Mma dei picchiatori, il post di uno dei fratelli Bianchi dopo che Willy era già morto e la difesa delle arti marziali MMA del campione Marvin Vettori.

I medici legali di Tor Vergata avrebbero trovato una ferita di 7 centimetri sul cuore del 21enne ucciso a Colleferro e gli organi interni tutti lesionati. A parlarci della brutalità del branco che avrebbe infierito su Willy Monteiro Duarte era già stato un testimone indiretto della rissa: “Gabriele gli ha dato un calcio al torace e un pugno alla tempia, poi una volta a terra lo hanno colpito tutti”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.