>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Morte di Willy a Colleferro, il campione MMA Vettori: "4 codardi contro 1" | VIDEO

Il campione italiano di MMA Marvin Vettori, una star negli Usa, risponde alle polemiche sullo sport di combattimento, in video e in esclusiva per Iene.it, dopo la morte del giovane Willy Duarte: “È stato uno scontro da codardi, quattro contro uno. Ma non demonizzate le MMA, i veri atleti non le usano per la strada come bulli!"

“Quello che si è visto a Colleferro è infamia, un abuso di potere, questi criminali sono delle teste di c****”. Non usa mezzi termini Marvin Vettori, campione di MMA nel video che vedete qui sopra e che inviato in esclusiva a Iene.it. Un video nel quale difende il suo sport, finito sulla bocca di tutti in queste ore dopo il brutale pestaggio e la morte del 21enne Willy Monteiro Duarte. Lui è campione di “Mixed Martial Arts”, arrivando ai massimi livelli mondiali. Oggi è una vera e propria star negli Stati Uniti dove vive e pratica lo stesso sport dei due picchiatori di Colleferro, i fratelli Bianchi (vedi questo articolo e il post di Gabriele Bianchi dopo la morte di Willy).

Quattro esaltati hanno aggredito un ragazzo, che si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato e l’hanno malmenato a morte”, dice Vettori. “Uno scontro codardo, quattro contro uno, nulla che riguardi lo sport. I media hanno attaccato l’MMA in quanto creatrice di personaggi violenti come questi. Dire che crea dei bulli da strada è una grandissima cazzata! Mi alleno in MMA da 10 anni, ai massimi livelli. Chi si allena veramente e dà l’anima non pensa minimamente a usare quello che impara in palestra, in strada. È uno sport che comporta uno scontro fisico, ma ad armi pari”.

Centottacinque centimetri e 84 chili di muscoli, 2 vittorie per ko e 8 per sottomissione, il 26enne Marvin Vettori è tra i più grandi campioni italiani di MMA, che unisce boxe e arti marziali.

Marvin, nella categoria pesi medi della prestigiosa federazione americana Ufc, la più importante a livello globale, è amatissimo negli Usa, dove lo abbiamo raggiunto per chiedergli di commentare la tragedia di Colleferro: “Questo ragazzo non lo riporterà indietro nessuno, ma demonizzare uno sport e cercare la ragione della sua morte nelle MMA è estremamente sbagliato. Sono più le persone che le MMA hanno tolto dalla strada di quelle che ce le ha messe. Tutti i giornalisti che ne parlano male possono venire qui e vedere come mi alleno per ogni mio match, così vedranno quello che c’è dietro”.

E dice, fiero dello sport che gli ha dato tanti successi: “Mi chiamo Marvin Vettori e sono un atleta Ufc: rappresento le MMA, quelle vere!”

I medici legali di Tor Vergata avrebbero trovato una ferita di 7 centimetri sul cuore del 21enne ucciso a Colleferro e gli organi interni tutti lesionati. A parlarci della brutalità del branco che avrebbe infierito su Willy Monteiro Duarte era già stato un testimone indiretto della rissa: “Gabriele gli ha dato un calcio al torace e un pugno alla tempia, poi una volta a terra lo hanno colpito tutti”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.