>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pedofilia, anche una donna può essere la carnefice di un bambino | VIDEO

Spesso ci si immagina il pedofilo come un uomo ma purtroppo succede anche che la carnefice sia una donna. Veronica Ruggeri raccoglie la testimonianza di un giovane che ha denunciato una quarantenne perché avrebbe abusato di lui quando aveva solo 12 anni

“Mi aveva detto che mi amava e che pensava solo a me”, e così lo avrebbe prima isolato dagli amichetti e poi lo avrebbe violentato. Questa almeno è la storia che un giovane ha raccontato alla nostra Veronica Ruggeri, denunciando di esser stato vittima di una donna pedofila sua vicina di casa.

Spesso quando ci si immagina un pedofilo si pensa che sia un uomo, ma non è sempre così: anche le donne possono esserlo. “Avevo 12 anni e lei ne aveva circa 40”, ci racconta il ragazzo. “Ricorderò per sempre come mi ha saputo manipolare e come ha abusato di me”. 

Il pedofilo riconosce il bambino più fragile, più vulnerabile“, ci dice lo psicoterapeuta Fabrizio Quattrini. “Potrebbe diventare l’amico o il confidente, quindi sempre con una maggiore intimità tra bambino e adulto”. Ma c’è una differenza di genere: “Se l’uomo è schiavo di una meccanicità del sesso, la donna crea un legame più affettivo e sentimentale”. Questo purtroppo non toglie che anche una donna possa arrivare ad abusare sessualmente di un bambino.

E, stando al suo racconto del giovane, sarebbe proprio questo il caso del giovane intervistato da Veronica Ruggeri. Anni dopo, realizzato quello che sarebbe accaduto, il ragazzo si è rivolto alla Caramella Buona, associazione di contrasto alla pedofilia, per avere aiuto e ha denunciato la sua vicina.

Veronica Ruggeri ha cercato un confronto con questa donna: “Non è vero, assolutamente”, ha detto riguardo le accuse del ragazzo. La signora, autrice di un racconto in cui una donna sembra innamorarsi di un ragazzino e che ha con lui un rapporto sessuale, sembra per un momento farsi scappare che i protagonisti del racconto siano lei e il giovane. “Non è successo niente”, riafferma la donna.

Voglio che tutti sappiano quello che mi ha fatto, e soprattutto vorrei che altri bambini venissero protetti”, ci dice il ragazzo. Tutta la storia la potete vedere nel servizio qui sopra.

Ultime News

Vedi tutte
Loading