>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Quadro di Klimt: il presunto ladro difende la vedova dell'ex direttore della galleria | VIDEO

Nuovi elementi dopo il ritrovamento dopo 22 anni del quadro di Klimt stimato oltre 120 milioni di euro. Il presunto ladro difende la vedova dell’ex direttore della Galleria d’arte di Piacenza e nega la sua complicità. Con Alessandro De Giuseppe siamo riusciti a intervistarlo

“La vedova dell’ex direttore della galleria non c’entra nulla in questa vicenda, mi dispiace che sia stata chiamata in causa”. Così il presunto ladro difende la vedova dell’ex direttore della galleria di Piacenza da cui 22 anni era stato rubato il quadro “Il ritratto di Signora” di Gustav Klimt, del valore stimato di 120 milioni di euro, e dove è stato poi ritrovato pochi giorni fa.

L’inchiesta della polizia ha portato a indagare per ricettazione sia la vedova dell’ex direttore della galleria che il presunto ladro con il quale vi abbiamo parlato nel servizio che potete vedere qui sopra. L’ipotesi sui cui si indaga sarebbe che sia stato lo stesso direttore del museo (morto nel 2009) a organizzare il furto del quadro di Klimt prima di una mostra. La polizia avrebbe trovato infatti un strano passaggio nel diario dell’allora direttore in cui programmava la sottrazione del quadro con lo scopo di dare visibilità a quella stessa mostra.

Con Alessandro De Giuseppe siamo andati a parlare con il presunto ladro che ci ha raccontato del furto di quel celebre dipinto a olio su tela realizzato nel 1916: “Stavano facendo dei lavori, il quadro non era neanche attaccato alla parete. Il gioco di prestigio è stato quello: all’inizio, dopo il furto, non è uscito dalla galleria poi dopo che gli inquirenti hanno fatto i loro accertamenti, è uscito”.

Un altro elemento fa discutere su questa vicenda. Il ladro infatti avrebbe una versione ipotetica di quell’evento clamoroso: “Quel quadro, comprato nel 1926, era sospettato di essere un falso e forse per evitare una brutta figura alla galleria sarebbe stato sottratto, per farlo sparire e non far scoppiare lo scandalo”.

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.