>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

La storia di Khadim, la violenza online e quei commenti che bullizzano la bulla | VIDEO

Con Nina Palmieri vi abbiamo raccontato un triste episodio di cyberbullismo ai danni di un ragazzo con qualche problema cognitivo, finito vittima di una spietata diretta di un’aspirante influencer. Vi abbiamo mostrato tutto questo con uno scopo ben preciso: condannare la violenza online. Eppure qualcuno si è lasciato andare a commenti del tutto fuori luogo sotto i nostri post sui social. E questo noi non lo possiamo accettare

La nostra Nina Palmieri ci ha portato a conoscere Khadim e la sua storia. Finita la scuola, sentendosi solo, il ragazzo cerca amicizie nel mondo virtuale. È così che cade in una delle dirette spietate dell’aspirante influencer, che gli dice di spogliarsi. Lui inizia a masturbarsi, crede di essere in chat invece è in diretta su Instagram con centinaia di persone che lo guardano. La ragazza non lo blocca, anzi lo incita.

Il video è diventato virale e tutto quello che è accaduto l’ha portato a pensare al suicidio. La Iena è andata a parlare anche con la 17enne, che pur con un po’ di difficoltà sembra aver capito la gravità di quello che ha fatto.

Abbiamo deciso di raccontarvi questa storia con un obiettivo ben preciso: condannare il bullismo. La nostra Nina l’ha detto chiaramente, nel servizio che potete rivedere qui sopra: “Una buona regola sarebbe non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te”.  Eppure, dopo aver pubblicato il servizio sui nostri canali social, è successo proprio quello che noi vogliamo condannare: alcune persone - per fortuna una esigua minoranza - hanno commentato con insulti verso la ragazza. Noi questo non lo possiamo accettare. La risposta al bullismo non può e non deve essere la violenza online. 

Come ci ha spiegato Nina Palmieri, “pensateci quando insultate qualcuno sui social, quando seminate la vostra violenza fatta di lettere e di parole. Non sapete chi c’è dall’altra parte, non conoscete nulla della sua vita, delle ombre che magari popolano la sua anima. E soprattutto non avete idea di come possa reagire a quel vostro vero e proprio attacco mediatico, nato magari tanto per ridere”.

Volete davvero fare qualcosa di utile per Khadim? Lui è un bravissimo artista, dipinge e fa sculture in legno. Se qualcuno in Toscana vuol mettere alla prova Khadim come falegname e dargli un lavoro, può scrivere a questa email: ilfalegnamekhadim@gmail.com.

anticipazione

Presa a pugni perché suonava il flauto: dietro a questo video si nascondono purtroppo altre migliaia di casi di violenza sulle donne, che sono triplicati nel mondo durante la convivenza forzata da quarantena. Ce ne parla Veronica Ruggeri, che ha sentito anche la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, martedì 26 maggio a Le Iene dalle 21.10 su Italia1

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.