>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Vandali allo Zen di Palermo: devastata la scuola dei pc donati da tutta Italia | FOTO

Vandali allo zen di Palermo, devastata la scuola dei pc e tablet donati

 
1 di 8

Ancora vandali nella scuola Falcone nel quartiere Zen di Palermo. Nel fine settimana la scuola a cui Ismaele La Vardera ha portato tablet e pc donati in tutta Italia è stata devastata da ignoti. Su quanto accaduto indaga la polizia mentre la preside Daniela Lo Verde, insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica da Sergio Mattarella per il suo impegno durante il lockdown, esprime tutta la sua rabbia e tristezza

Armadi rovesciati, banchi e sedie sparse ovunque. E addirittura escrementi lasciati sul pavimento. I vandali sono tornati nella scuola Falcone nel quartiere Zen di Palermo. Questa volta si lasciano dietro di loro danni e tanta rabbia, come potete vedere nelle foto qui sopra. Abbiamo conosciuto questa realtà della Sicilia nel servizio di Ismaele La Vardera che ha portato qui pc e tablet donati in tutta Italia per aiutare l’insegnamento a distanza con un tir partito da Bergamo (clicca qui per il video).

A scoprire il nuovo raid, dopo un tentativo di furto di cui vi avevamo parlato, sono stati i primi collaboratori scolastici che stamane si sono presentati a scuola. Aule devastate, corridoi invasi da sedie e tavoli ribaltati, finestre prese a sassate e materiale lanciato dalle finestre: così si è presentata la scuola ai loro occhi. Su quanto accaduto indaga ora la polizia che ha effettuato anche alcuni rilievi per vedere se i vandali hanno lasciato impronte. Purtroppo è difficile risalire alla loro identità e nell’istituto scolastico non è presente un impianto di videosorveglianza. Da una prima ricostruzione, avrebbero avuto tutto il tempo per devastare la scuola che è stata chiusa venerdì pomeriggio. 

Dell’accaduto è stata informata anche la dirigente scolastica. Daniela Lo Verde, impegnata come commissaria esterna in un'altra scuola in vista degli imminenti esami di maturità, esprime rabbia e tristezza. Gli studenti e gli insegnanti dello Zen di Palermo, come vi abbiamo raccontato, sono del resto nel cuore di tantissimi italiani che nelle settimane di lockdown hanno donato tablet e pc per consentire le lezioni a distanza. Noi de Le Iene abbiamo raccolto l’appello della preside visto che a molti bambini e ragazzi mancavano gli strumenti informatici per l’insegnamento a distanza. L’onda della solidarietà è partita proprio dal cuore dell’epidemia, da Bergamo dove sono state raccolte le prime decine di tablet e pc. L’esempio è stato seguito da tantissimi altri in tutta Italia che hanno fatto altrettanto. Ismaele La Vardera ha caricato tutto su un tir arrivando fino a Palermo.

“Questi pc andranno agli studenti delle seconde medie e via a scendere fino alla prima”, ci ha detto la preside trattenendo a fatica le lacrime quando ha visto il carico. “State regalando sorrisi a tantissimi bambini”. La solidarietà non si è fermata qui, pochi giorni fa c’è anche chi ha donato 200 sim per connessione veloce in modo che gli studenti possano utilizzare al meglio tablet e pc (qui il video). 

Oltre a questa bellissima iniziativa, la preside Lo Verde ha lanciato anche una campagna di raccolta fondi per donare la spesa alimentare ad alcune famiglie in difficoltà durante il periodo di lockdown. Iniziative che non sono passate inosservate anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che le ha conferito il titolo di Cavaliere al merito della Repubblica assieme ad altri cittadini che si sono contraddistinti durante questi mesi di pandemia. Ora però la chiusura di questo anno scolastico particolare che non ha avuto la sua ultima campanella è rovinata da questo ennesimo raid vandalico. Ed è in corso in queste ore la lunga conta dei danni che chiarirà se nelle tasche dei vandali sono finiti anche i tablet e i pc donati.

Ultime News

Vedi tutte
Loading