>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Da Sanremo a Le Iene, Gaia: “Una molestia? Anche un fischio per strada” | VIDEO

Testa di coccio, femminista e la cena al suo uomo la paga lei. Gaia si racconta a Le Iene nella nostra intervista singola. Ci parla della sua esperienza a Sanremo (e di un piccolo imprevisto sul palco), ma anche di cosa pensa della nostra società, “totalmente patriarcale”. Poi ci canta i suoi pezzi migliori

“Ho la testa di coccio e sono molto perseverante. Ci vuole culo, ma anche preparazione per farcela”. Questo è il segreto di Gaia Gozzi, 23 anni, conosciuta anche per la sua “Chega”. Con lei facciamo quattro chiacchiere nella nostra intervista singola.

“Viviamo in una società totalmente patriarcale, una ragazza fa molta più fatica a essere presa in considerazione in un ambiente maschile. Spesso dobbiamo usare dei modi duri perché non veniamo ascoltate”. Lei ha fatto X-Factor, ha vinto Amici ed è arrivata anche sul palco dell’Ariston. “A Sanremo mi do un buono”, ci dice: è arrivata 19esima con “Cuore amaro”: “C’è ancora snobismo nel mondo della musica se si arriva da un talent”. E al Festival non è passata inosservata anche per un imprevisto: “Ballando sul palco mi sono uscite le tette. Hanno voluto avete il loro momento di gloria”.

Gaia se l’è dovuta vedere anche con gli haters: “Mi hanno anche scritto che devo morire, bruttissimo. Evidentemente non mi capiscono”. Si ritiene femminista “e pago sempre la cena al mio uomo per fare un bel gesto”. Ma guai a toccarglielo perché è gelosa. “Una molestia? Anche fischiare per strada”.

Ultime News

Vedi tutte
Loading