>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Anche gli stranieri possono richiedere il reddito di cittadinanza, Stefano Corti e Alessandro Onnis sono andati a spiegarlo nei campi rom a chi ha tutti i requisiti per richiederlo

Reddito di cittadinanza anche per gli stranieri. Dal 6 marzo il governo Conte lo ha introdotto con requisiti ben precisi per richiederlo.

Stefano Corti e Alessandro Onnis sono andati tra campi nomadi e roulotte a spiegarlo per scoprire chi ha tutte le carte in regola per poterlo avere. Per prima cosa hanno chiesto chi ha la cittadinanza italiana ed è residente da almeno 10 anni in Italia. Poi bisogna avere un reddito non inferiore ai 9.360 euro, ma anche un patrimonio immobiliare non superiore a 30mila euro (prima casa esclusa, ovvero: si può averla e chiedere il reddito di cittadinanza, seppur ridotto) e un patrimonio mobiliare al di sotto dei 6mila euro. Lo può richiedere chi non possiede autoveicoli e motocicli di grossa cilindrata o imbarcazioni.

Alla fine trovano tanti stranieri e rom che ancora non sapevano del reddito di cittadinanza e che ora lo possono richiedere. C’è chi ringrazia “Mario Salvini” e chi “Salvito e Di Maio” per averlo introdotto.

Nelle scorse settimane anche Gaetano Pecoraro si era interessato del reddito di cittadinanza. La Iena ha incontrato quattro italiani che possono richiederlo. Tra loro c’è chi è senza una casa, chi vive in dormitorio e chi ha due figli e lo sfratto. Grazie a Le Iene sono arrivati anche aiuti concreti e qualche offerta di lavoro.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Mar
Mar
mar 19
mar 19

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.