>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Niccolò Bettarini mostra le ferite delle coltellate

Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini toglie il tutore e si mostra in foto in ottima forma al mare a Viareggio. Con ancora evidenti su tutto il corpo i segni dell’accoltellamento subito un mese fa a Milano fuori dalla discoteca Old Fashion 

Niccolò Bettarini mostra in foto le ferite delle coltellate. Il figlio 19enne della conduttrice tv Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini è stato accoltellato nella notte dell'1 luglio fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano. Portato subito in ospedale in codice rosso e operato, è stato dimesso il 5 luglio.
 



Secondo le prime ricostruzioni avrebbe provato a difendere un amico e sarebbe stato poi colpito con numerose coltellate fuori dal locale, con particolare accanimento perché famoso: “Sei il figlio di Bettarini, ti ammazziamo”.

Quattro dei suoi aggressori sono già in carcere e andranno a processo il 30 agosto: hanno tra i 23 e i 26 anni, due di doloro sono di origini albanesi. Avrebbero agito con l’aiuto di sei complici, “ancora non identificati”.

Noi de Le Iene abbiamo seguito con particolare attenzione la storia anche per l’affetto che ci lega a mamma Simona Ventura e siamo felici di rivederlo in vacanza a Viareggio in ottima forma ora che ha potuto togliere anche il tutore al braccio, anche se i segni delle coltellate e dell'aggressione restano per ora evidenti.
 
"Il dolore di ieri è la forza di oggi", ha scritto Niccolò accanto alla foto. “Vivi come se dovessi morire domani, impara come se dovessi vivere per sempre”. E dentro allo scatto: "Ribellarsi, ribellarsi e ribellarsi ancora, finché gli agnelli diverranno leoni”.

Ecco qui sotto l’ultima foto postata sul suo profilo Instagram.



 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.