>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

“Io incinta e con il bendaggio gastrico: ho subito abusi da De Lorenzis” | VIDEO

Era incinta e con il bendaggio gastrico un’altra presunta vittima del medico Gianfranco De Lorenzis, accusato di violenza sessuale da 70 sue pazienti. I nuovi dettagli sono emersi durante un’udienza del processo a carico del chirurgo bariatrico di Parma. Per primi noi de Le Iene abbiamo documentato i contorni di queste visite che avevano i contorni di un film porno

Era incinta una delle presunte vittime di Gianfranco De Lorenzis, il medico esperto in chirurgia bariatrica di Parma accusato di violenza sessuale. In una nuova udienza ha parlato la 40enne che sostiene di aver subito palpeggiamenti e la proposta di un rapporto sessuale durante una seduta per il bendaggio gastrico. Nel servizio che vi riproponiamo qui sopra, Giulio Golia ha documentato le molestie con l’aiuto di una complice, che durante la visita si era sentita avanzare proposte del tipo: “Ti leccherei la f**a subito. Te lo darei in bocca, poi te lo metterei dentro e ti farei venire. Sono bravo, molto bravo!” E davanti al rifiuto della nostra complice rispondeva: “Perché ti vergogni? Pensi di non piacermi? Pensi di essere brutta?”.   

L’ultima donna chiamata a deporre contro il medico è una 40enne di Modena. In aula chiede di girare la sedia, perché non vuole guardare in faccia De Lorenzis. Le lacrime interrompono il suo racconto. Non vuole tornare con la memoria al 2006: “Per anni ho cercato di rimuovere tutto”, dice.

“Dopo il bendaggio gastrico, ho subito una visita ginecologica. Mi palpeggiava, mi baciava con la lingua, metteva le mani nelle mie parti intime”, sostiene la 40enne. Una delle visite si sarebbe conclusa con la proposta “di prendere un albergo a Modena, perché ci si potesse incontrare con più calma. Ero incinta, stavo male”. Durante l’udienza le è stato chiesto a quante sedute si era sottoposta. Lei ne ricorda tre, ma per l’avvocato di De Lorenzis furono nove.

A questa testimonianza si è aggiunta quella di un’altra presunta vittima operata nel 2012. Per sfuggire a De Lorenzis avrebbe rischiato di ferirsi a una mano con l’ago del bendaggio gastrico: “Ancora non l’ho tolto. Alla visita dopo l'intervento, De Lorenzis doveva stringermi il bendaggio con l'ago: ero stesa sul lettino, e all'improvviso lui mi mise una mano sotto gli slip e cercò di baciarmi”, riporta la Gazzetta di Parma. “Nel divincolarmi rischiai di ferirmi con l'ago”.

Il dottore sottoponeva le sue pazienti al bendaggio gastrico, un intervento chirurgico per la riduzione delle dimensioni dello stomaco, che in seguito all’operazione può essere stretto o allargato tramite una valvola. De Lorenzis avrebbe aperto e richiuso in continuazione la valvola delle pazienti in modo che stessero male e dovessero tornare nel suo studio. Faceva una vera e propria pressione psicologica alle donne che si erano rivolte a lui per perdere peso. “Questo bendaggio lo so governare io, non lo sa governare nessun altro chirurgo”, avrebbe detto a un’altra presunta vittima che ha parlato nel nostro secondo servizio. La donna ha infatti perso 127 chili: “Da 167 chili sono passata a 40, con un BMI (indice di massa corporea) pari a 15. Sono diventata anoressica”.   

Quello che raccontano le presunte vittime nel processo in corso è un copione che noi de Le Iene abbiamo testimoniato con una nostra complice nel primo servizio di Giulio Golia. Il medico l’aveva tirata forte a sé per farle sentire la sua eccitazione. “No, no dottore no!”, diceva lei. Ma lui imperterrito aveva continuato come un polipo a tenerla stretta dal collo e a massaggiarle il seno. Il medico porcone aveva anche detto durante una visita: “Uno deve far fatica per ricordarsi che fa il medico e non avere voglia di... Perché la voglia c’è”.  

Entro fine anno saranno oltre 70 le persone che verranno ascoltate.

Ecco qui tutti i servizi e gli articoli che abbiamo dedicato al caso.

 

Il medico porcone di Parma

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.