>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Reddito di cittadinanza: 237 “furbetti” con Ferrari, ville o in galera per mafia | VIDEO

La Guardia di Finanza di Locri ha scoperto 237 persone che, secondo le indagini, percepirebbero il reddito di cittadinanza irregolarmente. Alcuni hanno delle Ferrari, altri delle ville oppure sarebbero addirittura in galera per attività mafiose. Noi de Le Iene con Ismaele La Vardera vi abbiamo parlato in onda di due casi di presunti “furbetti”

La Guardia di Finanza di Locri indaga su 237 presunti furbetti che percepirebbero da tempo il reddito di cittadinanza in maniera irregolare, per un totale di 870mila euro. Tra loro ci sarebbero, secondo le indagini, proprietari di bolidi come Ferrari, ville lussuose e addirittura mafiosi in galera.

L’inchiesta è partita dopo che la Guardia di Finanza di Locri ha indagato su alcuni casi di falsi braccianti agricoli e falsi rimborsi fiscali segnalati dalla procura. Alcuni degli indagati per per presunto reddito di cittadinanza irregolare dicono di “essersi dimenticati di fare la dichiarazione di redditi” oppure risulterebbero in galera per atti mafiosi.

Noi de Le Iene abbiamo scoperto con Ismaele La Vardera i primi presunti “furbetti” del reddito di cittadinanza a Palermo nel servizio che potete vedere qui sopra. Un intervistato ha strappato il microfono dalle mani di Ismaele e ha iniziato a picchiare in testa l’operatore. 

L’accusa: Giuseppe e Fabio, questi i loro nomi, percepivano rispettivamente 500 e 638 euro, ma lavoravano entrambi in due negozi che affittavano biciclette per turisti in visita nel centro cittadino.

Di presunti furbetti del reddito di cittadinanza vi abbiamo parlato anche per i casi di un uomo che avrebbe percepito la misura di sostegno mentre in realtà faceva lo spacciatore di droga con tanto di Porsche personale, di una donna che è stata pizzicata a lavorare in nero in un centro estetico, nonostante percepisse l’assegno, e dei quattro accusati di Civitavecchia che avrebbero avviato alla prostituzione una ragazza mentre uno di loro, 64enne, avrebbe percepito il reddito di cittadinanza.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.