>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Safer Internet Day: le stanze delle perversioni (con le vostre foto)

Il 6 febbraio è il Giornata mondiale per la sicurezza della Rete. Noi vi riproponiamo il servizio di Matteo Viviani sulle stanze delle perversioni per mettervi in guardia da chi usa in modo orribili l vostre foto pubblicate su Facebook (anche le più “innocenti”)

Il 6 febbraio è il Safer internet day, il Giorno della sicurezza in Rete. Con Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli noi de Le Iene vi abbiamo parlato delle stanze delle perversioni dove si possono caricare foto rubate dai social dando sfogo a fantasie sessuali e perversioni di gruppo.

L’obiettivo del Safer internet day è quello di promuovere un uso sicuro della navigazione online e prevenire i rischi. Matteo Viviani ne ha scoperto uno nuovo e orribile, quello delle stanze delle perversioni dove foto innocenti che non hanno nulla di sbagliato diventano contenuto pornografico. 

Come? Alcuni circoli chiusi in Internet seguono regole quasi tribali: migliaia di deviati si masturbano insieme davanti a immagini rubate dai profili di persone completamente ignare.

Non importa nemmeno che prima si diventi “amici”: abbiamo scoperto anche che le foto si possono rubare lo stesso.

Noi siamo entrati in una di queste stanze virtuali. “Queste fanno le troie, che mignotte da sbattere e farcire”. È uno dei commenti sconvolgenti lasciati a una normalissima foto con due amiche che bevono un bicchiere di vino. Gli utenti si fomentano a vicenda per eccitarsi fino al caso più estremo, quello della fantasia di “stupro collettivo”. 

Il problema è anche di sicurezza non solo virtuale, perché tra le informazioni che gli utenti si scambiano partendo da una foto ci sono anche quelle private della loro vittima, cercate spasmodicamente tra gli utenti delle stanze. E parliamo di informazioni come l’indirizzo di casa e il numero di telefono, purtroppo tutti veri.

Dal nostro servizio, si è arrivati a 100 denunce di ragazze solo a Firenze e alla scoperta (per ora presunta) di uno dei pervertiti che abitano queste stanze.

Guarda qui sotto il servizio di Matteo Viviani “Viaggio tra le perversioni più oscure della rete" e tutti gli articoli e servizi che abbiamo dedicato al caso.

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

Foto rubate da Facebook e perversioni sessuali

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.