>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Silvia Romano, i 2 rapitori a processo e la nostra inchiesta sulla pedofilia

Parte in Kenya il processo a due degli uomini arrestati a dicembre per il rapimento della cooperante italiana di cui non si hanno notizie da otto mesi. Intanto le due inchieste di Iene.it sulla denuncia di Silvia contro i pedofili e sugli sciacalli (con un italiano coinvolto?) sono finite in Parlamento

Si è aperto in Kenya il processo a due dei presunti rapitori di Silvia Romano, la cooperante italiana sequestrata il 20 novembre 2018 di cui non si hanno ancora tracce e di cui Iene.it si è occupato recentemente con documenti, testimonianze e rivelazioni esclusive su due ipotesi. Che il rapimento possa essere collegato a una denuncia fatta dalla ragazza milanese contro atti di pedofilia 9 giorni prima e che ci sia un italiano dietro lo sciacallo che chiede il riscatto (clicca sui due link per le nostre inchieste arrivate fino in Parlamento).

Sul banco degli accusati in Kenya ci sono due appartenenti alla banda dei rapitori, rei confessi e arrestati il 26 dicembre. Il processo è partito a sorpresa in un’aula della scuola elementare di Chakama, il villaggio a 80 chilometri da Malindi dove è stata rapita per poter ascoltare direttamente tutti i testimoni della sera del sequestro: nessuno avrebbe avuto la possibilità di andare a Nairobi o a Malindi. Proprio a Malindi si è spostato poi il processo. Secondo le ultime informazioni, le indagini, le ricerche e le attività di intelligence avrebbero preso intanto un nuovo slancio

I due accusati hanno già confessato le loro responsabilità e in parte hanno sequestro collaborato con informazioni ritenute credibili. Sostengono che Silvia era viva fino a dopo Natale e che dopo è stata ceduta ad un’altra banda criminale.

Qui sotto trovate gli articoli che abbiamo dedicato finora al cao di Silvia Romano.

Silvia Romano: i nostri articoli sul rapimento

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.