>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Dopo il nostro servizio sui beni confiscati alla mafia e poi occupati abusivamente, arriva lo sgombero. Giulia Innocenzi ci racconta questo e molto altro di quello che succede dopo la messa in onda. Come facciamo ogni giorno in tempo reale sul sito

Martedì scorso con Alessandro De Giuseppe vi abbiamo parlato dei beni confiscati alla mafia e poi occupati abusivamente a Bagheria (Palermo). Dopo la messa in onda si sono letteralmente moltiplicati gli interventi per lo sgombero.

Nadia Toffa ci aveva parlato della Valle dei Veleni, tra Roma e Frosinone, dove le acque hanno avvelenato la salute di molte persone.. Ora il fiume Sacco è tornato a riempiersi di un’inquietante schiuma bianca.

Amanti del calcio, ascoltate bene: c’è una legge del 2007 disattesa da quasi tutti: le società devono prevedere biglietti gratis per gli under 14 in almeno metà degli eventi. Dopo il servizio di Fabio Agnello, un giudice ha dato ragione a due bambini contro il Napoli.

Con Veronica Ruggeri vi abbiamo raccontato di un bordello con tanto di tariffario per le prestazioni aperto a Reggio Emilia proprio accanto alla sede della Polizia municipale. Sapete cos’è successo ora? Il club a luci rosse si difende nel processo che ne è seguito sostenendo che la legge Merlin, che ha chiuso i bordelli, è incostituzionale.

Seguiteci su Iene.it, potrete vedere in tempo reale tutti gli aggiornamenti e mandarci anche le vostre segnalazioni!
 

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Dic
Dic
mar 04
mar 04

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.