>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Emergenza rifiuti Roma: 1.500 lavoratori su 4.300 sono inidonei | VIDEO


Una fotografia impressionante quella che emerge dal rapporto Ama dopo il nostro servizio su fancazzisti della raccolta rifiuti. 1500 operatori hanno certificati medici che li rendono non idonei a svolgere le mansioni previste dal contratto

“Tra gli oltre 4.300 operatori ecologici di Ama, circa 1.500 risultano essere idonei parziali (in modo permanente o temporaneo) o inidonei (permanenti o temporanei) alla specifica mansione assegnata”. È quanto si legge nel rapporto dell’Ama, l’azienda municipalizzata del comune di Roma che dovrebbe occuparsi di tenere pulita la capitale. Ma se uno su tre dei suoi operatori non sono idonei, con tanto di certificato medico, a svolgere le attività previste dal contratto, ci si chiede come facciano a tenerla pulita.

E infatti non solo l’emergenza rifiuti a Roma è più pressante che mai, ma alcuni operatori durante i turni fanno tutt’altro che raccogliere la spazzatura. Lo abbiamo documentato nell’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti dedicata alla “grande monnezza” romana. Abbiamo seguito i camioncini della Roma Multiservizi all’opera. Tra chi si mangiava una pizza, chi faceva la spesa e chi stava un po’ troppo al telefono, ci è sembrato che gli operatori facessero di tutto tranne che raccogliere i rifiuti!

Dopo i nostri servizi Ama ha stilato un rapporto che fa davvero impressione. Sono più di uno su tre gli operatori che hanno in tasca un certificato medico che li solleva da varie mansioni, che sembrano fondamentali per tenere pulita la città. C’è chi è “allergico” allo smog (e come fa a stare ore in giro col furgoncino?), chi non può “sostenere carichi pesanti” (come fa a raccogliere i tanti sacchi sparsi per le strade?), chi soffre di vari fastidi temporanei e quindi, certificato alla mano, non può essere inserito nei turni.

L’amministratore unico, Stefano Zaghis, sta prendendo provvedimenti. Ha già dato mandato al nuovo direttore del personale di riconvertire più netturbini “inidonei” possibile. 200 saranno convertiti come “spazzini da quartiere”.

Qui sotto tutti i servizi e gli articoli che abbiamo dedicato all’emergenza rifiuti a Roma. 

La Grande monnezza: i furbetti della raccolta dei rifiuti a Roma

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.