>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Don Barone, Papa Francesco “caccia” il prete degli abusi sessuali e maltrattamenti

È passato più di un anno da quando don Michele Barone, dopo l’inchiesta de Le Iene, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti e abusi sessuali su tre donne, di cui una minore. Ora Papa Francesco lo “caccia” ufficialmente dalla Chiesa

Don Michele Barone è cacciato ufficialmente dalla Chiesa. Più di un anno fa don Barone è stato arrestato dopo l’inchiesta di Gaetano Pecoraro. Il don è accusato di maltrattamenti e violenza sessuale su tre donne di cui una minorenne. Siamo stati proprio noi de Le Iene, con il primo servizio che risale al febbraio 2018, a raccontare la testimonianza di Arianna, sorella della 13enne Giada (i nomi sono di fantasia). Arianna ci ha raccontato di come i suoi genitori, per curare una reazione psicosomatica della sorellina, l’avessero portata da don Barone, che le avrebbe fatto interrompere le cure sottoponendola a violenti esorcismi, durante i quali la piccola sarebbe stata maltrattata.

Pochi giorni dopo il nostro servizio don Barone, già sospeso dal suo ministero ecclesiale subito dopo la messa in onda, viene arrestato  con l’accusa di aver praticato violenze sessuali durante i riti di esorcismo. Ci sarebbero stati altri episodi di maltrattamenti (tipo: pugni in bocca a una bambina, con fronte sbattuta poi in terra e piedi a schiacciare la testa) e abusi sessuali da parte del prete. Palpeggiamenti, rapporti orali, tentativi di rapporti: sono questi gli elementi che emergono dalle testimonianze raccolte dalla Iena.

Dopo il nostro intervento, la piccola Giada è stata allontanata dai genitori e ha cominciato a stare meglio, riprendendo a mangiare. E in aula avrebbe cominciato ad ammettere gli abusi subiti dal prete. Ora anche il Papa è intervenuto cacciando ufficialmente, dopo più di un anno da quando i fatti sono venuti alla luce, don Barone dalla Chiesa. Il Santo Padre “con suprema e inappellabile decisione, ha decretato la dimissione dallo stato clericale del Reverendo Michele Barone”, si legge in una nota ufficiale. Barone non potrà quindi più esercitare il ministero sacerdotale ed è dispensato dagli obblighi e dagli oneri derivanti dalla Sacra Ordinazione.

Don Barone, dal marzo 2018, è sotto processo. Durante una delle udienze sono emerse le dichiarazioni shock della quattordicenne di cui vi abbiamo raccontato la terribile storia, che riferisce che il don si sarebbe steso nel letto in mezzo a lei e alla segretaria e durante la notte avrebbe iniziato "a muoversi avanti e indietro".

Qui sotto trovate tutti i servizi e gli articoli dedicati al caso di Don Barone.

Don Barone, le tappe della vicenda

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.