>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
La figlia Giulia fa credere al giornalista sportivo Paolo Bargiggia di aver preso tantissime multe in una notte di divertimento folle e gli chiede pure di prendersi tutte le colpe

Vostra figlia vi dice che ha preso la vostra macchina, guidando ubriaca a 200 chilometri orari, prendendo una valanga di multe (pure per parcheggio in un posto per disabili). Non solo: vi chiede pure di prendervi tutte le colpe. Come la prendereste?

Ecco come ha reagito al nostro scherzo Paolo Bargiggia. La figlia Giulia, nostra complice, qualche mese fa ha preso l’auto del padre con le chiavi di scorta alle due di notte. Con lei abbiamo architettato una finta notte di follie con la macchina del padre.

Costruiamo video in cui Giulia beve da una bottiglia di vodka, finte foto di autovelox in cui sfreccia a 200 chilometri orari e dell’auto parcheggiata in un posto per disabili. Passato un po’ di tempo, Giulia “confessa” tutto al padre, con le (finte) multe che nel frattempo sono arrivate a raffica.

“Tu andavi a 191 all’ora?”, chiede Bargiggia incredulo. “Adesso tiri fuori i soldi. Sono cazzi tuoi”. Giulia chiede al padre anche di dichiarare che era lui a guidare quella notte: ne va della sua carriera da avvocato! “Non ti vergogni a chiedermi una cosa del genere?”, replica il giornalista sportivo.

Intanto sotto casa i nostri complici stanno rimuovendo la sua macchina. Bargiggia, di fronte alle telecamere e ancora inconsapevole che siamo lì perché autori dello scherzo, si discolpa: “Non guidavo io, guidava mia figlia!”.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Mar
Mar
mar 05
mar 05

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.