>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Yulin, il video dei cani salvati dal macello che vi spezzerà il cuore

Si chiamano Litzy, Jack e Sally e sono tre cuccioli sfuggiti a una morte atroce sulle tavole cinesi, grazie al centro di salvataggio Action Project Animal. Giulia Innocenzi ha mostrato in un reportage la crudeltà del mercato della carne di cane in Cina

Dopo Peste e Lucky, altri tre cuccioli sottratti al mercato cinese della carne di cane sono arrivati da Pechino. Litzy, Jack e Sally sono atterrati a Malpensa nei giorni scorsi e ora sono già con le loro nuove famiglie! Grazie a Davide Acito e al suo centro di salvataggio, Action Project Animal, questi cuccioli sono sfuggiti a una morte atroce, destinati alle tavole cinesi, come ha raccontato Giulia Innocenzi in un reportage sul mercato della carne di cane in Cina.

“Sono tutti cani che erano stati rubati, sottratti alle famiglie e maltrattati”, racconta Davide. Ora i tre cuccioli stanno bene e si sono ripresi alla grande dopo essere stati strappati da un macello di Yulin e accolti nella clinica di Davide. Jack dopo l’atterraggio a Malpensa è volato subito in Svizzera dove ad accoglierlo c’era una famiglia pronta a dargli una nuova casa. Sally e Litzy invece sono rimaste in Italia, adottate da due famiglie. Ad abbracciare Litzy all’aeroporto, come vedete nel video qui sopra, c’era la sua nuova padrona che si è subito presa cura di lei.

Sfoglia qui sotto la gallery con le foto dell'arrivo dei cuccioli a Malpensa e dei primi momenti con le loro nuove famiglie.

Le foto dei cuccioli salvati dal mercato della cinese carne di cane

 
1 di 7

 

“Siamo veramente contenti e soddisfatti”, racconta Davide. “Nella missione 2018, assieme ai nostri partner della Animal Hope and Wellness V.E., siamo riusciti a salvare circa 140 cani dai macelli cinesi. Trenta di questi verranno in Italia. Contiamo di svuotare il nostro rifugio a nord di Pechino entro maggio dando i cani in adozione in tutto il mondo. Grazie alla collaborazionedi 'Think Dog', un gruppo di addestratori cinofili, potremo seguire anche alcuni dei cani più problematici per l'inserimento nelle loro famiglie”. Sono circa venti i cuccioli destinati al nostro paese che ancora aspettano un’adozione. Chiunque voglia contribuire accogliendo uno di questi cani, strappati ai macelli cinesi, può farlo scrivendo una mail a actionprojectanimal.adottami@gmail.com.

In Cina, soprattutto nel sud del paese, la carne di cane è considerata una tradizione e soprattutto una questione culturale, come da noi è normale mangiare il maiale o il coniglio. Ma tutto ciò è di una crudeltà inaudita: cani e gatti vengono presi con un punzone di ferro per il collo, bastonati per essere storditi, e poi sgozzati sulla strada. E proprio ieri abbiamo pubblicato un nuovo video che ci ha inviato una turista italiana, che mostra le carcasse di cane pronte per essere mangiate in un mercato in Vietnam. Ma grazie ai volontari di Action Project Animal (clicca qui per visitare il loro sito) tutto questo per alcuni di loro è stato evitato. “Il mio sogno è dare a tutti questi cani un divano”, ci aveva detto Davide. E sembra proprio che con questi salvataggi stia portando avanti il suo sogno.

Guarda qui sotto la versione integrale non censurata e mai andata in onda, del servizio sul festival di Yulin, e tutti i servizi e gli articoli che abbiamo dedicato a questi casi. 

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

 

 

Carne di cane come cibo macellata al mercato: i nostri servizi e articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.