>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Traffico di droga: tra gli accusati i fratelli Bianchi, in carcere per l'omicidio di Willy

I carabinieri di Velletri hanno ordinato l’arresto di sei persone nella zona dei Castelli Romani: avrebbero messo in piedi “un sodalizio criminale” per il traffico di droga ricorrendo anche a violenze e intimidazioni per chi non pagava. Tra i sei ci sono Gabriele e Marco Bianchi, già in carcere per il brutale pestaggio che ha portato alla morte del 21enne Willy Monteiro Duarte, che ha indignato l’Italia e di cui vi abbiamo parlato più volte su Iene.it

 

Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e tentata estorsione”: ci sono anche i fratelli Bianchi, quelli del pestaggio mortale di Willy a Colleferro, tra le sei persone per cui è stato richiesto l’arresto dopo un’operazione dei carabinieri nella zona dei Castelli Romani. Gabriele e Marco Bianchi sono già in carcere. Sono due dei 4 ragazzi accusati di omicidio per il pestaggio mortale a calci e pugni del 21enne Willy Monteiro Duarte il 6 settembre scorso, che ha indignato l’Italia e di cui vi abbiamo parlato più volte negli articoli che trovate qui sotto.

I carabinieri avrebbero fermato così un sodalizio criminale che operava in più comuni, compreso Artena, dove risiedono i due fratelli Bianchi. Per i militari il gruppo sarebbe ricorso anche a violenze e intimidazioni per obbligare i clienti che non pagavano a saldare i propri debiti.

“Vivevano di spaccio di droga", reciterebbe l’ordinanza del gip. L’inchiesta si sarebbe soffermata in particolare proprio sui due fratelli Bianchi,  che avrebbero ostentato un tenore di vita molto alto nonostante non risultino dichiarazioni dei redditi presentate a loro nome. "Dall'analisi dei conti correnti intestati, quasi tutti con saldo pari a zero, sono state rilevate pochissime operazioni, per importi irrilevanti e risalenti nel tempo. Tale circostanza induce a ritenere che gli indagati traggano i loro mezzi di sussistenza unicamente da attività illecite e in particolare dallo spaccio di sostanze stupefacenti, attività questa che presuppone la disponibilità di denaro contante e non tracciabile". 

Vi avevamo già raccontato delle polemiche a seguito della notizia secondo cui la Guardia di Finanza aveva chiesto di sequestrare conti correnti intestati ai padri dei 4 arrestati per l’omicidio di Willy un importo di circa 27mila euro, legati in parte alla percezione del reddito di cittadinanza.

In questo articolo abbiamo provato, attraverso alcuni testimoni, a ricostruire cosa era successo a Colleferro la notte tra il 5 e il 6 settembre scorso, quando Willy era stato fatto oggetto di un brutale pestaggio. Per il medico legale il 21enne sarebbe morto per grave choc traumatico e conseguente arresto cardiaco, con milza, pancreas e polmoni lesionati e ci sarebbe una spaccatura di ben 7 centimetri all’altezza del cuore del ragazzo che era intervenuto per metter pace in un diverbio tra due gruppi di giovani scoppiato per futili motivi davanti a un locale.

Ecco qui sotto tutti gli articoli principali che abbiamo dedicato alla tragica morte di Willy Monteiro Duarte.

 

Colleferro: la morte di Willy Duarte

Ultime News

Vedi tutte
Loading