>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Cannabis, Vasco Rossi in piantagione: “In Italia aria oscurantista e bigotta” | VIDEO

Vasco Rossi entra in una piantagione di marijuana legale nella sua Zocca, in provincia di Modena. E se la prende con il Decreto Sicurezza, in discussione proprio oggi al Senato, con cui il vicepremier Matteo Salvini ha dichiarato guerra anche ai canapa store e  alla cannabis light legale

Vasco Rossi entra in una piantagione di cannabis light nella sua città natale di Zocca, in provincia di Modena. Qui sopra potete vedere il suo video rilanciato su Facebook e Instagram che è diventato virale con migliaia di visualizzazioni: “Tira aria oscurantista e bigotta”, dice il cantante. Un chiaro riferimento al Decreto Sicurezza, oggi in discussione al Senato, attraverso cui il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha dichiarato guerra anche ai canapa store.

"Questa è cannabis legale senza Thc, senza effetti collaterali di sballi strani, è anche bio", commenta il rocker camminando tra le piantine. “Qui è tutto biologico, non è stato utilizzato nessun tipo di pesticidi. Speriamo che la legge nazionale non ci rovini”, spiegano i coltivatori.

Intanto c’è chi rischia già la chiusura dell’attività. Uno di questi è il pastificio di Salvatore Scuderi, in provincia di Enna: “Ora i contadini hanno paura a coltivarla e noi non abbiamo più materia prima”, ha raccontato a Iene.it. Con Matteo Viviani abbiamo conosciuto EasyJoint, l’azienda che ha vinto il primo ricorso contro la chiusura dei canapa store (clicca qui per il servizio completo). Da sempre Le Iene sono sensibili al tema della cannabis a uso ricreativo, light e terapeutico

Guarda qui sotto tutti i servizi e gli articoli che abbiamo dedicato a questo tema.

Cannabis: i nostri servizi e articoli

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.