>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

La morte misteriosa di chi ha provato ad aggiustare la sanità calabrese

Consolato Campolo era a capo di una task force che doveva eliminare lo spreco di denaro pubblico dall’Azienda sanitaria di Reggio Calabria. Una notte muore in circostanze misteriose. Pecoraro indaga sulla vicenda proseguendo la sua inchiesta “Ospedali da incubo”

Alcuni ospedali dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria sono ridotti in condizioni vergognose. Gaetano Pecoraro ci aveva mostrato le immagini dell’ospedale di Locri e Polistena e aveva indagato sulle cause.

Il denaro pubblico destinato a quelle strutture fatiscenti sarebbe troppo. Due volte quello che viene stanziato per un ospedale milanese che non solo funziona, ma ha pure il doppio dei posti letto.

Per eliminare questo spreco di denaro pubblico era stata istituita una task force guidata da Consolato Campolo. In poco tempo Consolato comincia a fare ordine in un sistema dove tutti guadagnavano alle spalle dei cittadini italiani.

Non è riuscito a portare a termine l’incarico però perché una notte muore in circostanze misteriose.

 

Ospedali da incubo tutti i servizi e gli articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.