>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Nardi e Ballard, dispersi sul Nanga Parbat: ora ci vuole un miracolo | VIDEO

Ogni elicottero che si alza sul Nanga Parbat ha un costo che può arrivare a 50mila euro per la ricerca dei due scalatori dispersi in Pakistan. Solo un miracolo può far ritrovare Daniele Nardi e Tom Ballard vivi di cui non si hanno più notizie da 10 giorni. La loro “sfida impossibile” era quello di arrivare a ottomila metri passando dal Mummery, uno sperone di ghiaccio di mille metri

CLICCA QUI PER FARE LA TUA DONAZIONE TRAMITE LA PIATTAFORMA GOFUNDME.

A Daniele Nardi e Tom Ballard ormai serve un miracolo. I due scalatori sono dispersi sul Nanga Parbat in Pakistan da domenica 24 febbraio. Prima si sono messe di traverso le condizioni meteo, poi la mancanza degli elicotteri e ora è tutta una questione economica.

Nardi e Ballard sono ancora dispersi sul Nanga Parbat dove hanno tentato l’impresa di salire in vetta passando per il Mummery. Uno sperone di ghiaccio di mille metri. Dopo due mesi di spedizione che noi de Le Iene abbiamo seguito passo dopo passo, di loro non ci sono più notizie.

Le ricerche continuano e la montagna è stata perlustrata da campo1 a campo3 mentre i droni sono arrivati fino a 6.500 metri. Ma dei due scalatori per ora non c’è alcuna traccia. Gli amici di Nardi però sperano ancora nel miracolo e vogliono continuare a perlustrare la montagna con gli elicotteri, quei voli però sono molto costosi: si può arrivare anche a 50mila euro a volo.

Per questo hanno aperto una raccolta fondi da destinare alle ricerche e sono già stati donati 137mila euro. Chi volesse dare il proprio contributo può farlo tramite la piattaforma Gofundme. 

CLICCA QUI PER FARE LA TUA DONAZIONE E AIUTARE LE RICERCHE DEGLI SCALATORI DISPERSI

Noi siamo in contatto con chi gestisce le ricerche e continueremo a darvi tutti gli aggiornamenti sulla sorte di Daniele. “Vorrei essere ricordato come un ragazzo che ha provato una cosa incredibile, impossibile che però non si è arreso”. Sono queste le parole che Daniele ha detto a Le Iene prima di partire. “Il messaggio che voglio lasciare a mio figlio se non dovessi tornare è quello di non fermarsi, non arrendersi. Datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano che la pace sia realtà e non solo un’idea”.

Guarda qui sotto tutti gli articoli e i video che abbiamo dedicato alla missione di Daniele Nardi, che abbiamo seguito in ogni suo sviluppo.

Aggiornamenti live

Daniele Nardi: la sfida al Nanga Parbat e le tragica scomparsa

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.